Marijuana “buona” spacciata come “light”


Posted April 30, 2020 by comunicatifirenze

A Quartu S. Elena, Cagliari, un 30enne coltivava cannabis per ricavare marijuana e hashish che vendeva come “light” per eludere i controlli.
 
La marijuana a basso contenuto di THC (sotto lo 0,2%) è ormai legale in Italia. Il commercio di questa sostanza genera nuove occasioni di produzione e spaccio, che i criminali non hanno tardato a cogliere.
A Quartu S. Elena un 30enne aveva trasformato la sua abitazione in una serra per cannabis, con annesso laboratorio per estrarre pure l’hashish dalle infiorescenze. Come mettere sul mercato questa pericolosa droga senza insospettire le forze dell’ordine? Basta proporla come “Light”. Gli acquirenti capiscono al volo il trucco e la comprano sapendo bene che in realtà si tratta di roba “buona” che gli darà il giusto sballo. Chi è già abituato a fumarsi gli spinelli non sa proprio che farsene della cannabis light! Anzi, dato che la marijuana come tutte le droghe dà assuefazione, dopo un po’ la cercherà sempre più forte (cioè con un contenuto di THC sempre più elevato).
Questo tipo che coltivava le piante di cannabis in casa, la promuoveva addirittura sui social network, per ostentare un’apparente legalità del suo commercio. Per fortuna qualcuno, tramite l’app per telefonino “YouPol”, ha segnalato l’attività criminale alla polizia che ha effettuato il sequestro dello stupefacente e del laboratorio clandestino, arrestando lo spacciatore.
“Un Mondo Libero dalla Droga” è un’associazione internazionale che si batte per ottenere una società nel quale la droga non costituisce più una piaga sociale. Le attività di “Un Mondo Libero dalla Droga” consistono nell’andare nelle scuole e raccontare ai ragazzi la verità sulla droga: lezioni di due ore che includono video, dati scientifici, dati statistici e testimonianze. Un ragazzo informato sulla droga molto difficilmente ne diverrà schiavo. Un ragazzo informato, che pensa con la sua testa, pretenderà che gli sia dato un aiuto sincero, reale e naturale, senza ricorrere a droghe e farmaci dannosi. Anche da adulto, si rifiuterà di diventare un tossicodipendente di sostanze legali o illegali.
La Chiesa di Scientology sostiene la campagna di “Un Mondo libero dalla Droga” fin dalla sua fondazione. L’associazione organizza eventi pubblici e lezioni nelle scuole, per informare sugli effetti dannosi degli stupefacenti e degli psicofarmaci. A partire dal 2015 i volontari della campagna hanno tenuto lezioni a migliaia e migliaia di ragazzi delle scuole medie inferiori e superiori.
“L'arma più efficace nella guerra contro la droga è l'educazione.” L. Ron Hubbard
-- END ---
Contact Email [email protected]
Issued By Giovanni Trambusti
Country Italy
Categories Education , Non-profit , Society
Last Updated April 30, 2020