Droga e incidenti stradali


Posted September 24, 2020 by comunicatifirenze

Sono numerosi gli studi che testimoniano la stretta connessione tra assunzione di stupefacenti e incidenti stradali, ecco alcuni dati specifici.
 
Non è difficile comprendere che guidare sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, incluso l’alcool e gli psicofarmaci ovviamente, incrementa di molto la probabilità di causare un incidente stradale. Ecco alcuni studi che mostrano numeri molto interessanti per capire l’entità del fenomeno.
Studio francese (Marquet e altri): su 296 conducenti coinvolti in incidenti stradali il 14% era positivo alla cannabis, 10% oppiacei, 1% cocaina, 1.5% amfetamina.
Studio spagnolo (Del Rio e Alvarez): su 285 incidenti mortali il conducente era positivo all’alcool nel 50% dei casi, nel 10% ad altre sostanze stupefacenti.
Studio Inglese (Carrigan e altri): su 93 incidenti gravi il 27% positivo all’alcool, 13% cannabis, 6% morfina, 6% amfetamina, 6% psicofarmaci, 3% cocaina, 1% metadone.
Risulta chiarissimo che, dopo l’alcool, la cannabis sia la principale responsabile degli incidenti stradali dovuti a sostanze stupefacenti. Il dato non è sorprendente visto che la cannabis è la droga più diffusa in assoluto.
Ma ci sono anche altri motivi: la cannabis (marijuana e hashish) influisce sulla percezione del tempo: chi si droga con queste sostanze ha l’impressione che il tempo scorra più lento, ha l’impressione di avere più tempo a disposizione di quello che non è in realtà. Si tratta di una forma di allucinazione causata dal THC, la sostanza stupefacente contenuta nella cannabis. Il risultato sono tempi di reazione dilatati e indifferenza a determinati stimoli visivi e sonori. Ecco che si spiega molto semplicemente l’aumento degli incidenti stradali.
“Un Mondo Libero dalla Droga” è un’associazione internazionale, attiva anche in Africa, che si batte per ottenere una società nel quale la droga non costituisce più una piaga sociale. Le attività di “Un Mondo Libero dalla Droga” consistono nell’andare nelle scuole e raccontare ai ragazzi la verità sulla droga: lezioni di due ore che includono video, dati scientifici, dati statistici e testimonianze. Un ragazzo informato sulla droga molto difficilmente ne diverrà schiavo. Un ragazzo informato, che pensa con la sua testa, pretenderà che gli sia dato un aiuto sincero, reale e naturale, senza ricorrere a droghe e farmaci dannosi. Anche da adulto, si rifiuterà di diventare un tossicodipendente di sostanze legali o illegali.
La Chiesa di Scientology sostiene la campagna di “Un Mondo libero dalla Droga” fin dalla sua fondazione: la lotta all’abuso di sostanze stupefacenti è una delle principali campagne sociali della Chiesa. Il fondatore di Scientology, L. Ron Hubbard, ha affermato: “L'arma più efficace nella guerra contro la droga è l'educazione.”
-- end ---
Contact Email [email protected]
Issued By Giovanni Trambusti
Country Italy
Categories Education , Non-profit , Society
Last Updated September 24, 2020